Moquette

Il senso e la ricerca del “morbido” ha sicuramente accompagnato l’uomo sin dai primi passi della sua storia evolutiva. Il morbido di un giaciglio contrapposto alla durezza di pietre acuminate e spinose boscaglie.

Egli utilizzò prima l’erba e le foglie quindi, diventato cacciatore, la pelle degli animali. Appresa l’arte della tessitura, già in epoche antichissime realizzò le prime rudimentali stuoie per ricoprire i pavimenti delle capanne. Successivamente, con lo sviluppo del "senso del bello”, nacquero i primi tappeti: i veri antenati della moquette. I successivi apprendimenti portarono, nei secoli, a realizzazioni tessili sempre più sofisticate ed elaborate, tese al mantenimento di quel primordiale bisogno di morbidezza.

Il pavimento tessile, questa è la definizione della moquette: un tappeto ottenuto utilizzando filati e tecniche diverse, accoppiato ad un supporto (juta sintetica o naturale) atto a dare stabilità dimensionale al manufatto.

Per maggiori informazioni vedi il file PDF

Agostino Campana & Co. Sagl